QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

EDITOR SIMONA PAVONE

DESCRIZIONE DELL'AZIONE

Alla luce dei risultati ottenuti nelle prove nazionali standardizzate (INVALSI), l'Istituto Comprensivo di Loreto Aprutino ha indicato come obiettivo prioritario il potenziamento della lettura e comprensione del testo. Il risultato che si punta ad ottenere in ogni ordine di scuola è la lettura in tutte le sue dimensioni:

  • ad alta voce in modo espressivo usando pause e intonazioni per seguire lo sviluppo del testo  e permettere a chi ascolta di capire;
  • il riconoscimento delle tipologie testuali e delle loro peculiarità (narrativo, descrittivo, argomentativo e misto);
  • l'individuazione dell'argomento principale, personaggi, loro caratteristiche, ruoli e motivazione delle loro azioni, ambientazione spaziale e temporale; la comprensione del lessico specifico e tecnico attraverso la lettura dei quotidiani.

Nella Scuola Secondaria RASETTI per raggiungere tali risultati vengono messe in atto strategie diversificate: innanzitutto si parte dalla lettura ad alta voce, da parte dell'insegnante, dei libri di narrativa, dei brani antologici e degli articoli selezionati di riviste e quotidiani forniti dalla scuola (Il Messaggero, Focus, Internazionale per le classi quinte primaria e prima, seconda e terza secondaria). Una volta terminata la fase di lettura si procede con la comprensione e le strategie per migliorarla quali la rielaborazione dei contenuti attraverso la creazione di mappe concettuali e l'utilizzo di parole-chiave; si passa alla produzione di una sintesi guidata da domande-stimolo o all'adattamento orale degli stessi. Sin dal primo anno della secondaria i ragazzi vengono stimolati all'utilizzo di diversi canali espressivi attraverso l'associazione di testi e brani musicali ( La fiaba della principessa Turandot); per introdurre gli alunni alla comprensione del testo poetico si è partiti dall'analisi di alcuni brani di cantautori moderni per apprezzarne la bellezza sia testuale che melodica (laboratorio La musica delle parole); l'ultimo livello della comprensione testuale si focalizza sui testi misti in particolare quelli di carattere scientifico che al loro interno presentano più livelli di lettura  con grafici, tabelle e linguaggio specialistico (Le parole della scienza). A questi viene affiancata la descrizione di immagini che va oltre la comprensione del testo arrivando all’interpretazione e ad una lettura personale e profonda che coinvolge anche competenze e conoscenze già acquisite e interiorizzate.

Nella scuola dell'infanzia la biblioteca è  ambiente di apprendimento privilegiato di tutte le esperienze, luogo dove si raccontano le proprie storie e quelle degli altri. La narrazione evidenzia quegli elementi apparentemente impliciti che concorrono a rendere completa la proposta di apprendimento. Prende vita dalla settimana di Libriamoci, dal 22 al 26 ottobre 2018, con una catalogazione dei libri basata sul linguaggio CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) già in uso presso la Scuola dell’infanzia quale modalità comunicativa facilitante che promuove interesse e motivazione nei bambini che si approcciano alla lettura per immagini in modo ludico e divertente. I bambini imparano anche a comunicare attraverso la lingua inglese in un clima divertente e ludico, rafforzando la parola attraverso le immagini, il linguaggio CAA, per arrivare ad una piena maturazione linguistica: comprendere, comunicare, confrontare. Per tutti gli alunni di 5 anni è stato attivato, negli ultimi due anni scolastici, un percorso trasversale con il territorio che fa da sfondo integratore all’intera progettualità, con l’utilizzo della Comunicazione Aumentativa Alternativa in continuità verticale con le classi prime e seconde della Scuola Primaria.
La comunicazione è lo strumento attraverso il quale l’uomo entra in relazione con l’altro. La Comunicazione Aumentativa Alternativa facilita la comprensione di un testo o di un messaggio grazie a supporti visivi. Inoltre scrivere in simboli equivale ad una vera e propria traduzione:  l’utilizzo e la traduzione dei libri in CAA sostiene l’attenzione condivisa, perché sono accattivanti, simpatici, e rendono più agevole seguire il racconto, con notevoli vantaggi per lo sviluppo emotivo, linguistico e cognitivo dei bambini.

Obiettivi prioritari dei moduli

  1. a)   Far conoscere le opportunità  rappresentate dall’utilizzo di ausili per la CAA e la sua efficacia, ai fini dell’inclusione, dello sviluppo di autonomie personali, di competenze didattiche e metodologiche
  2. b)   Ragionare sull’importanza della comunicazione, sulla necessità che ogni essere umano ha di entrare in relazione con l’altro, per rendere manifesti i propri bisogni, per condividere pensieri, emozioni, stati d’animo, progetti.
  3. c)   Realizzare ausili e supporti per la comunicazione
  4. d)   Potenziare i processi di letto-scrittura nei bambini e favorire lo sviluppo della creatività

 

Punti di forza dei moduli

L’utilizzo nella didattica dei supporti multimediali come Araword per la scrittura e lettura in CAA ha consentito di dar vita ad un ambiente di apprendimento che ha sollecitato la partecipazione, la curiosità e la motivazione degli alunni, potenziando le  loro capacità attentive e mnestiche.

Inoltre l’approfondimento della conoscenza del linguaggio CAA si è rivelata un apprezzato strumento per potenziare i processi di letto-scrittura. Anche nelle Indicazioni Nazionali per il Curriculo si riporta che  “Il compito specifico del primo ciclo è quello di promuovere l’alfabetizzazione di base attraverso l’acquisizione dei linguaggi e dei codici che costituiscono la struttura della nostra cultura, in un orizzonte allargato alle altre culture con cui conviviamo e all’uso consapevole dei nuovi media. “

Il coinvolgimento di studenti di gradi di scuola differenti ha assicurato quella continuità verticale necessaria a garantire  percorsi di esperienza e progettazione condivisi in una dimensione di sviluppo e maturazione della persona che avviene in maniera progressiva.

 

Nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria si pone molta importanza alla lettura espressiva dell’insegnante  di testi narrativi per favorire la comprensione attraverso l’ascolto di brani e l’apprendimento della lettoscrittura.  Nei primi due anni di scuola primaria gli alunni apprendono la tecnica della lettura strumentale e attraverso il progetto RTI gli alunni sono monitorati nel mese di ottobre/novembre- gennaio/febbraio – maggio in prove di lettura ad alta voce, a tempo,  considerando i due parametri, di rapidità e correttezza, fondamentali per l’apprendimento della lettura e della comprensione di un testo letto.

Nell'ambito del Progetto R.T.I. (Response To Intervent), per l’anno scolastico 2018 / 2019 le classi terze, quarte e quinte della scuola primaria sono state coinvolte in un percorso per la comprensione del testo secondo la modalità PALS-READING (https://vkc.mc.vanderbilt.edu/frg/ sviluppato da Lynn e Dougla Fuchs presso la Vanderbilt University), nell’ambito della didattica della lettura rivolta a tutta la classe, durante le ore curriculari, nei mesi di marzo-maggio 2019, per un totale di 12 ore di attività da svolgere in modalità peer to peer. Il progetto didattico, che coinvolge altri istituti scolastici della Rete di scopo R.T.I., è finalizzato a sviluppare la capacità di lettura, di comprensione, di riassumere un brano fornito dagli esperti del Dipartimento di Neuroscienze e Imaging e Scienze cliniche dell’Università di Chieti, prof. S. Di Sano, che studia le difficoltà di apprendimento, di lettura e di comprensione. Il supporto da parte degli esperti è finalizzato alla fornitura del materiale di lavoro con il gruppo classe, all’analisi dei dati di comprensione di un testo scientifico e di un testo narrativo effettuato all’inizio ed alla fine del percorso a tutti gli alunni, all’analisi di dati di contesto attraverso la somministrazione di un questionario online agli alunni.  Per ulteriori approfondimenti si rimanda alla pagina del sito https://www.istitutocomprensivodiloretoaprutino.edu.it/index.php/indirizzi-di-studio/piano-di-studi-ed-azioni-di-miglioramento/comprensione-della-lettura-e-protocollo-didattico-d-s-a

 

PIANO DI VERIFICHE FORMATIVE E SOMMATIVE RISPONDENTI AL RAV 2018/2019

Per il raggiungimento di questi traguardi si è partiti dalle priorità del Rav d’Istituto 2018/2019 che riguardano principalmente i risultati scolastici attraverso il miglioramento degli esiti delle prove sia standardizzate che formative e sommative previste durante l’anno.

Abbiamo aumentato il numero di prove iniziali, intermedie e finali in tutte le discipline adottando rubriche condivise per ogni ambito disciplinare. Inoltre sono cambiate alcune modalità di somministrazione prevedendo anche un interscambio tra docenti delle stesse discipline ma di classi diverse in modo da abituare i ragazzi ad ascoltare voci differenti. Le verifiche che vengono maggiormente utilizzate sono quelle che si rifanno al modello adottato per le prove nazionali INVALSI, ma non vengono tralasciate anche prove alternative che prevedono la messa in pratica delle più svariate competenze acquisite dai ragazzi nelle loro precedenti esperienze didattiche e non. Attraverso queste esercitazioni vengono coinvolti sia in maniera individuale che in coppia o in gruppo stimolando la comprensione attraverso il confronto e la metacognizione.

Per mezzo del lavoro sinergico di tutte le discipline si punta a diminuire del 10% la collocazione degli studenti nei livelli 1 e 2.

In primo piano

Autonomia

Autonomia Scolastica

25 Giu, 2018

L'autonomia scolastica quale fondamento per il successo formativo di ognuno.

ASL

ORIENTAMENTO E CONTINUITA'

25 Giu, 2018

L'intera progettualità  di istituto  è orientativa già a partire dalla Scuola…

Obbligo di presentazione della documentazione vaccinale

Obbligo di presentazione della documentazione vaccinale

20 Mar, 2018

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha inviato al nostro…

URP

Istituto Comprensivo "Loreto Aprutino"
Via Roma, 44, 65014 Loreto Aprutino PE
Tel: 0858291121
PEO: PEIC822005@istruzione.it
PEC: PEIC822005@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. PEIC822005
Cod. Fisc. 91100440683
Fatt. Elett. UF3BRR