QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

PROGETTO SCOLASTICO ANNUALE “VITA DI REDAZIONE”

 

DESCRIZIONE DELL’AZIONE

Il progetto “Vita di redazione” si propone di produrre articoli di stampo giornalistico attraverso la simulazione nelle classi della redazione di un giornale quotidiano on line (che avrà però cadenza mensile). Attraverso la didattica degli Episodi di Apprendimento Situati (EAS) vengono formati gruppi (di seguito “redazioni”) ai quali mensilmente viene assegnata una pagina del giornale tra Cronaca, Cultura, Scienza e tecnologia, L’intervista, Lifestyle, Sport. Ogni redazione ha un proprio caporedattore che riferisce direttamente all’insegnante coordinatore del progetto (di seguito “direttore” del giornale) o agli insegnanti responsabili della pagina; il caporedattore assegna i ruoli all’interno del gruppo (ricerca delle informazioni, elaborazione e editing dell’articolo, ricerca di immagini, produzione di fotografie, video, ecc). Ad inizio del mese ad ogni redazione viene assegnato un argomento, la “notizia”, e materiale utile alla ricerca (siti web, spunti bibliografici, ricerca sul territorio): gli alunni nell’arco delle settimane successive produrranno un prima bozza dell’articolo (con annessa sitografia, bibliografia, link, foto e video) che verrà corretta dall’insegnante responsabile della pagina e supervisionata dal direttore del giornale. Prima della fine del mese le redazioni faranno pervenire agli insegnati responsabili e al direttore gli articoli completi: i sei articoli più meritevoli verranno pubblicati in prima pagina nelle sezioni dedicate (Cronaca, Cultura, Scienza e tecnologia, L’intervista, Lifestyle, Sport), gli atri articoli verranno pubblicati all’interno delle suddette pagine in posizione secondaria. Nel mese successivo alle redazioni verranno assegnate pagine diverse in modo che tutte le redazioni possano dedicarsi all’approfondimento di “notizie”, argomenti e stili di scrittura diversi nel corso dell’anno scolastico. All’interno del progetto, proprio per la natura “generalista” di un giornale quotidiano, sono coinvolte tutte le discipline, da quelle dell’area umanistica e storico-sociale a quelle dell’area scientifica e logico-matematica, senza tralasciare la trasversalità di Cittadinanza e costituzione: tutti gli insegnanti concorrono alla riuscita della pubblicazione dei vari numeri mensili. Ogni fine del mese ci sarà la fase di riflessione e di valutazione (individuale e di gruppo): le redazioni presenteranno gli articoli al resto della classe esponendo contenuti, metodologia di lavoro, processi attivati, difficoltà riscontrate, ruoli all’interno del gruppo.

 

ESITI

Il progetto “Vita di redazione” è stato avviato nel corrente anno scolastico 2018-19 soltanto nelle classi seconde come “prolungamento” del giornale scolastico annuale “Il Pensagramma” e in stretta connessione con il progetto extracurricolare pomeridiano che si propone la creazione di un blog omonimo. È intenzione dell’Istituto fare in modo che dal prossimo anno scolastico 2019-20120 questo progetto sia esteso a tutte le classi, in modo da consentire continuità didattica, crescita individuale e di gruppo, attenzione all’attualità, interdisciplinarietà e multidisciplinarietà, collegamenti con il territorio. La produzione di articoli di stampo giornalistico attraverso la metodologia degli EAS e più in generale della flipped classroom privilegia negli studenti lo sviluppo di abilità e conoscenze che permettono il raggiungimento degli obiettivi specifici e dei traguardi di competenza in tutte le discipline (ascolto, parlato, lettura, scrittura, osservazione, descrizione, uso delle fonti, organizzazione delle informazioni, capacità di sintesi, utilizzo del linguaggio specifico); sono coinvolte altresì sia le competenze chiave europee (imparare ad imparare, comunicazione nella madrelingua, comunicazione nelle lingue straniere, competenza digitale, consapevolezza ed espressione culturale, competenze sociali e civiche, competenze in matematica e competenze base in scienze e tecnologia) che le competenze chiave di cittadinanza (comprendere messaggi di vario genere trasmessi con linguaggi e supporti cartacei, informatici e multimediali, utilizzare i vari linguaggi e conoscenze disciplinari per esprimere eventi, fenomeni, principi, concetti, norme e procedure; confrontarsi e collaborare con gli altri nelle attività di gruppo e nelle discussioni apportando il proprio contributo nel rispetto dei diritti di tutti; assolvere gli obblighi scolastici con regolarità; rispettare le regole condivise; affrontare situazioni problematiche, raccogliendo dati e proponendo soluzioni; individuare relazioni tra fenomeni cogliendo analogie, differenze, causa-effetto) con effetti positivi sugli esiti scolastici nell’ammissione alla classe successiva, e ipotizzabili ricadute positive sia nelle prove standardizzate nazionali (in particolar modo nelle discipline Italiano e Inglese) sia in uscita dalla terza secondaria. Sono ipotizzabili anche ricadute positive in merito ai risultati a distanza (secondaria di primo grado / secondaria di secondo grado) in quanto il progetto “Vita di redazione” privilegia la comprensione del testo (attraverso la lettura analitica del quotidiano in classe e delle “fonti” giornalistiche), il metodo di studio e di ricerca, l’autonomia, la capacità di risolvere problemi, la capacità di lavorare in gruppo nel rispetto dei ruoli, la curiosità e la motivazione, il collegamento con il proprio territorio in una visione “glocale”.

 

PROCESSI – AMBIENTI DI APPRENDIMENTO – PRATICHE EDUCATIVE E DIDATTICHE

Il progetto “Vita di redazione” è in linea con le indicazioni del PTOF, la vision d’Istituto, i traguardi di competenza e gli obiettivi/abilità raggruppati nelle seguenti quattro macroaree: Persona e benessere, PNSD, Arricchimento laboratoriale e disciplinare, Arricchimento interdisciplinare con la BSM e con i dispositivi mobili alla secondaria. Anche per ciò che riguarda gli ambienti di apprendimento il progetto “Vita di redazione” incentiva l'utilizzo di modalità didattiche innovative (Episodi di Apprendimento Situato – EAS, compiti di realtà, flipped classroom): gli studenti lavorano in gruppi, utilizzano le nuove tecnologie, realizzano ricerche muovendosi consapevolmente sul web e sul territorio in dialogo con le istituzioni e con la comunità educante, con il fine di produrre articoli di stampo giornalistico per un giornale on line nel quale essi stessi sono gli assoluti protagonisti. È centrale in questo senso lo stretto legame con il territorio (del quale la scuola è il perno centrale) che diventa fonte di “notizie” e di informazioni e nel quale gli studenti, proprio per la natura flipped del progetto, sono coinvolti in prima persona con “incursioni” sul campo attraverso interviste, reperimento di immagini, video, informazioni, testimonianze. Ogni studente è coinvolto nel progetto come individuo facente parte di un gruppo ed è proprio per questo che tale attività favorisce i diversi stili di apprendimento, le diverse attitudini e inclinazioni assegnando ad ognuno un ruolo diverso all’interno della redazione, non perdendo, però, di vista sia gli obiettivi disciplinari sia i traguardi di competenza che tutti gli studenti devono raggiungere.

 

Leggi il giornale scolastico VITA DI REDAZIONE

 

Editor della pagina: prof. Alessandro Di Zio

In primo piano

Autonomia

Autonomia Scolastica

25 Giu, 2018

L'autonomia scolastica quale fondamento per il successo formativo di ognuno.

ASL

ORIENTAMENTO E CONTINUITA'

25 Giu, 2018

L'intera progettualità  di istituto  è orientativa già a partire dalla Scuola…

Obbligo di presentazione della documentazione vaccinale

Obbligo di presentazione della documentazione vaccinale

20 Mar, 2018

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha inviato al nostro…

URP

Istituto Comprensivo "Loreto Aprutino"
Via Roma, 44, 65014 Loreto Aprutino PE
Tel: 0858291121
PEO: PEIC822005@istruzione.it
PEC: PEIC822005@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. PEIC822005
Cod. Fisc. 91100440683
Fatt. Elett. UF3BRR